fbpx

Blog

La Storia di BreakOut


ScoppiareParliamo oggi di un grande gioco di successo che deve i suoi natali ad un personaggio influente come Steve Jobs, ma partiamo con ordine dall’inizio.

Giochi di Kee

Nel 1973, Atari ha avuto l’idea di creare un finto concorrente noto come Kee Games per guadagnare più quote di mercato. Lo avrebbe fatto bloccando i commercianti con offerte esclusive. Joe Keenan, Gil Williams e Steve Bristow furono assegnati all’avvio del progetto. Kee Games era in realtà una sussidiaria nascosta di Atari.

Gran Trak 10 Arcade Game

Nel 1974, il piano aveva cominciato a ritorcersi contro Atari quando Kee Games divenne effettivamente un concorrente. Kee ha rilasciato diversi cloni dei più famosi successi arcade di Atari e ne ha avuto uno di suo proprio con l’uscita di Tank. Temendo di essere messi in ombra dalla propria sussidiaria, Atari ha assorbito Kee Games e insieme hanno dato il via al gioco di corse che divenne un punto di riferimento per tutti gli arcade gamer, Gran Trak 10.

Gran Trak 10 è noto per essere il primo gioco arcade ad utilizzare la ROM. Ciò gli ha permesso di presentare oggetti di forma più complessa.

Il gioco prevedeva anche un volante, una leva del cambio a quattro marcie, un acceleratore e un pedale del freno – tutti elementi di primo piano per i giochi arcade. In un’intervista di Playboy del 1985, Steve Jobs si riferì a Steve Wozniak come un “tossicodipendente” di Gran Trak 10.

Andando avanti, Atari iniziò a pensare a nuove idee di gioco. Data la mania dello sport degli anni ’70, spostarono la produzione su  due nuovi titoli Rebound e Spike che introducevano una meccanica di pallavolo nel gioco. Questi giochi intendevano sfruttare la popolarità di PONG. In sostanza, erano solo aggiornamenti del gameplay di PONG.

Rimbalzo Gioco Arcade Flyer

Mentre Rebound e Spike offrivano il gioco della pallavolo, gli ingegneri Atari volevano approfittare della mania per racquetball degli anni ’70. Ciò ha portato all’idea di aggiornare il gameplay di PONG per introdurre il concetto di abbattere il muro piuttosto che limitare il rimbalzo su di esso. Gli ingegneri hanno iniziato a lavorare sulla progettazione di questo gioco insieme a un nuovo gioco militare intitolato Jet Fighter.

Giochi divertenti

A questo punto le cose sono diventate un po’ pazze.

Un gruppo di ingegneri Atari che erano stufi della compagnia e della direzione dell’azienda per cui lavoravano decisero di  disertare fondando una loro compagnia, Fun Games, Inc. La storia di Fun Games è sufficiente per giustificare un post completo sul blog. Basti dire che hanno rubato i piani di Atari e hanno distribuito bootleg dei giochi Atari più popolari, inclusi Tankers (un clone di Tank), Race! (un clone di Gran Trak 10), Biplane (un clone di Jet Fighter) e Take 7, una raccolta di sei delle versioni PONG di Atari e Bust Out – Breakout. Atari ha citato Fun Games, Inc. e sono stati chiusi nel 1976. Questa distrazione, tuttavia, ha ritardato lo sviluppo di Breakout.

Steve Jobs e Steve Wozniak
Steve Jobs e Steve Wozniak

 

Fu durante la lotta con Fun Games che Steve Jobs, all’età di 18 anni, divenne dipendente numero 40 di Atari. Jobs è stato assunto come tecnico incaricato di sistemare e modificare i progetti coin-op.

La storia, più o meno la conosciamo tutti, Jobs è stato rapidamente assegnato al turno serale perchè aveva un carattere difficile nel confrontarsi con gli altri e litigava con tutti i suoi colleghi. Il suo compito principale è stato quello di “modificare” i progetti creati dagli ingegneri di Atari e Cyan, ad esempio aggiungendo circuiti per effetti sonori. Durante questo periodo Jobs invitò Steve Wozniak, famoso amico d’infanzia. Wozniak aveva già creato il suo circuito stampato PONG e ha condiviso il suo lavoro con gli ingegneri Atari.

Il segno distintivo del lavoro di ingegneria di Wozniak era un numero molto basso di TTL (Transistor-Transistor Logic Chips). Questa è una metrica critica per la progettazione in quanto ha un impatto drammatico sul costo di produzione della scheda. Il designer PONG, Allan Alcorn è rimasto così impressionato dal lavoro di Wozniak che gli ha offerto un lavoro sul posto, ma Wozniak era felice alla Hewlett-Packard e ha rifiutato.

Lavoro + Wozniak = Breakout

Con gli snafu dei giochi divertenti dietro di loro, Atari stava cercando di completare il progetto Breakout in modo drammatico. Il fondatore e ingegnere di Atari, Nolan Bushnell e Alcorn hanno offerto un bonus di $ 100 per ogni chip TTL rimosso dal design del gioco. In questo momento i giochi standard utilizzavano 130-170 chip mentre i giochi più stretti utilizzavano da 70 a 100 chip. Jobs ha visto l’opportunità di sfruttare l’abilità di Wozniak per completare il progetto e ottenere un bonus considerevole. Si è offerto volontario per il lavoro e Alcorn gli ha dato le specifiche per il gioco Breakout.

Breakout Arcade Game
Il cabinato originale di Breakout

Come previsto, Jobs contattò Wozniak per il progetto promettendogli la metà del portafoglio da $ 700. Jobs, tuttavia, non ha menzionato al bonus per la riduzione del chipset TTL. Piuttosto, ha detto a Wozniak che il pagamento sarebbe salito a $ 1000 se avesse potuto ridurre il conteggio TTL a meno di 40. Ha anche dato una scadenza di 4 giorni così che potesse partire per un viaggio che doveva fare da li a poco.

Alla fine, Wozniak è stato in grado di ridurre il numero di TTL a 46 e completare il progetto in 4 giorni lavorando durante le giornate a Hewlett-Packard e poi con Jobs di notte per costruire il prototipo. Quando il prodotto finale è stato presentato ad Atari, tutti sono rimasti molto colpiti e Jobs ha ricevuto $ 700 oltre a $ 5000 di bonus per la riduzione del chip TTL. Ha usato il bonus per finanziare i suoi viaggi personali e dividere i $ 700 con Wozniak. La mancanza di trasparenza per quanto riguarda il bonus sarebbe diventata una leggenda legata gioco.

Come si è scoperto, il design di Wozniak era così complesso e minimo che gli ingegneri di Atari non potevano testarlo correttamente. Secondo Alcorn, “Ironia della sorte, il design era così ridotto al minimo che normali mortali non potevano comprenderlo. Per andare in produzione, dovevano istruire tecnici per fargli capire le dinamiche complesse del lavoro di Wozniak. Se una parte non avrebbe funzionato a dovere , l’intero progetto sarebbe andato in fumo. Visto che Jobs non l’aveva capito davvero e non voleva far sapere che non l’aveva capito, hanno ridisegnarlo tutto prima che potesse essere prodotto.

Gary Waters di Cyan è stato incaricato di prendere in considerazione il design di Wozniak e riprodurlo in un modo che potesse essere prodotto e adeguatamente testato. Il gioco finale fu completato e andò in catena di montaggio il 13 aprile 1976.

Il breakout sarebbe stato il successo che Atari sperava e il loro più grande gioco fino a quando Asteroids fu rilasciato nel 1979. Fu anche uno dei primi titoli per il giovane Atari 2600 uscito nel 1978 e portò al popolare sequel Super Breakout del 1978.

Un ringraziamento speciale a Marty “Retro Rogue” Goldberg e al suo pezzo, A Complete History of Breakout

Scoppiare

Credits: freakandverynice